Salute: i 10 cibi della felicità

Uber Eats

303

La classifica stilata da un famoso chef per Uber Eats.

Uber Eats, l’applicazione per il take away attiva anche in Italia, ha incaricato lo chef Josef Youssef di coordinare un’indagine su un campione di quattromila persone in tutta Europa, per individuare quali siano i 10 cibi della felicità, che favoriscano la serenità ed il buon umore della gente.

Josef Youssef è anche noto per essere uno dei teorici della Gastrofisica, vale a dire la teoria secondo la quale le bevande ed i cibi su gustano con tutti i cinque sensi.

I dati che sono emersi dal suo lavoro, ci consentono di classificare dieci prodotti qui elencati in un ordine che non vuole però essere graduatorio.

  1. Patata dolce utile alla produzione di serotonina;

  2. Salmone è ricco di grassi Omega 3 molto utili al cervello;

  3. Kale (o cavolo riccio), anch’esso per la produzione di serotonina;

  4. Banana oltre a ricordare nella sua forma un grande sorriso, è ricca di elementi che favoriscono la digestione e, quindi, anche il buon umore;

  5. Mirtilli ricchissimi di anti ossidanti;

  6. Carne rossa contiene il triptofano che è un elemento fondamentale per la creazione di serotonina;

  7. Mango

  8. Cioccolato

  9. Noci molto utili al cervello umano poiché contengono composti neuro protettori come la vitamina E, l’acido folico, la melatonina e i grassi Omega 3;

  10. Crauti

Josef Youssef ha, inoltre, colto il rapporto diretto che nasce tra le caratteristiche di un prodotto (come il colore o la consistenza) e la capacità che esse hanno di incidere sul nostro umore.

Ad esempio, i cibi gommosi o croccanti poiché il mordicchiare avrebbe un effetto rilassante.

Il colore verde tranquillizza, mentre quello giallo richiama alla mente sensazioni di felicità ed allegria.

Dalla ricerca è anche emerso che ogni paese europeo ha le proprie tendenze ed abitudini in tema di ricerca del buon umore: in particolare gli Italiani, per rasserenarsi e rilassarsi, preferiscono comprare take away (30,10%) o andare a cena fuori (39,40%), piuttosto che dedicarsi al sesso.