Che cosa è il marchio "Fairtrade"? - Convenienza Tv - Innamorati della convenienza

Che cosa è il marchio “Fairtrade”?

61

Fairtrade,in italiano “equo solidale”, è il marchio di certificazione internazionale che tutela gli agricoltori dei Paesi in via di sviluppo. Anche in Italia si fa strada con 130 milioni di fatturato nel 2017.

Più nel dettaglio, Fairtrade, attraverso il pagamento di un margine di guadagno aggiuntivo (il Premio Fairtrade) a favore dei produttori dei Paesi in via di sviluppo, consente loro di finanziare investimenti sanitari e di modernizzare i sistemi nazionali di coltivazione.

Inoltre, per l’acquisto di materie prime, è previsto il pagamento del cosiddetto “Prezzo Minimo Fairtrade” che mira a coprire i costi medi di una produzione agricola sostenibile.

Fairtrade in Italia

Secondo una recente indagine Nielsen, i prodotti equo solidali più graditi agli Italiani (per un totale di 130 milioni) sono stati, nell’anno 2017:

1) le banane (13.650 tonnellate)

2) lo zucchero (3.300 t.)

3) le fave di cacao (1.600 t.)

4) il caffè (810 t.)

Da segnalare che, rispetto ad una precedente inchiesta del 2014, i consumatori che dichiarano una maggiore preferenza per i prodotti equo solidali, aumentano dal 23% al 29%, metà dei quali (50%) sono animati dalla convinzione di fare una cosa giusta.

Per contro, si registrano anche soglie di diffidenza piuttosto notevoli, sia in relazione ai prezzi ritenuti troppo elevati (46%), sia in merito ad una presunta inaffidabilità dei produttori  ritenuti, a tutt’oggi,  poco conosciuti  (42%).

Il futuro dell’equo solidale

C’è ancora, quindi, molto da lavorare per migliorare e divulgare l’immagine di Fairtrade nel nostro Paese ed in questo senso è bene che l’azione sia indirizzata verso tre direttrici fondamentali:

1) accrescere la conoscenza del marchio (cura più dettagliata del packaging e presenza più assidua su internet)

2) puntare sulla GDO per razionalizzare la capillarità della distribuzione, potrà fornire un contributo decisivo per sviluppare un settore vendite rimasto, fino ad oggi, forse un po’ troppo legato in modo esclusivo ai negozi specialistici

3) ampliamento dei prodotti offerti ed anche alla costituzione di nuove partnership con marche e gruppi già più conosciuti e consolidati sui mercati.

Trend di crescita in Italia del Fairtrade:

2012 – 66 milioni

2013 – 76,355 milioni

2014 – 90, 225 milioni

2015 – 99, 703 milioni

2016 -112, 178 milioni

2017 – 130, 032 milioni.