Carburante: come risparmiare?

130

Viaggiare limitando i costi del carburante: ecco alcuni consigli

I conti che si pagano normalmente per rifornire la propria auto di benzina, costituiscono una delle componenti meno gradevoli dei nostri viaggi, siano essi di vacanze, di lavoro o di altre necessità.

Convenienza Tv ha cercato di fornirvi cinque consigli utili al fine di farvi risparmiare un po’ di denaro ogni volta che salite sulla vostra macchina.

1) Evitate se possibile i rifornimenti in autostrada

Normalmente, i prezzi del carburante in autostrada superano del 9% / 10% quelli dei distributori in città.

Le ragioni sono molteplici e variano dalle concessioni che i gestori devono pagare alle compagnie per poter aprire in autostrada, all’esigenza di garantire la presenza di personale 24 ore su 24, oltre naturalmente alla scarsa concorrenza che non favorisce certo una rincorsa sfrenata ad offrire il prezzo più competitivo.Su un motore diesel 1600 di cilindrata, ad esempio, la differenza tra un pieno fatto in autostrada o fuori di essa è di circa 8 euro.

2) Preferite sempre il self service

Tra il servito ed il fai da te, si possono risparmiare dai 10 ai 15 centesimi al litro. Inoltre, se non si trovano troppo lontane da dove vi trovate, cercate di rifornirvi di carburante presso le cosiddette “pompe bianche”, vale a dire in quelle stazioni di servizio che non appartengono alle grandi compagnie petrolifere.

3) Controllate le condizioni dell’auto

Lo stato della vostra auto può contribuire a far variare i consumi del carburante, con particolare riferimento alla giusta pressione dei pneumatici.

4) Adottate uno stile di guida razionale

Regolate, tanto per cominciare, la velocità in rapporto al tempo che intendete impiegare per raggiungere una determinata meta, considerando che 8 Km orari in meno possono far risparmiare anche il 9% della benzina.

Se, ad esempio, viaggiate a 110 Km/h anziché a 130 Km/h potrete ridurre i consumi anche del 17%.

5) Servitevi delle app dedicate

Poiché spesso i viaggi sono particolarmente lunghi, risulta del tutto impossibile percorrerli fino in fondo senza fermarsi a fare uno o più rifornimenti.

La tecnologia ci viene però in aiuto con delle app su smartphone in grado di segnalarci sia l’ubicazione dei distributori, che i relativi prezzi mettendoci, quindi, nelle condizioni di  poter calcolare in anticipo tempi e luoghi per una sosta risparmiosa.

Inoltre, cosa da non trascurare affatto, le app sono gratuite.