Temperatura in aumento: incubo gas serra

2019 il 2° anno più caldo di sempre

58

Temperatura record per il 2019

Il nuovo record dei livelli di gas serra fa classificare il 2019 come il secondo anno più caldo di sempre sul pianeta. La temperatura media sulla superficie della terra e degli oceani, addirittura superiore di 0,94 gradi rispetto alla media del ventesimo secolo. È quanto emerge dagli ultimi dati forniti dal Noaa, il National Climatic Data Centre che rileva i dati dal 1880 e dai quali si emerge che in Europa i primi dieci mesi sono risultati essere al terzo posto tra i più caldi di sempre, con un’ anomalia di 1,91 gradi superiore la media.

La situazione in Italia

Anche in Italia, il 2019 è stato molto caldo con una temperatura superiore di 0.83 gradi rispetto alla media e si classifica al quinto posto per temperatura elevata dal 1800. Non si tratta di un caso isolato, poiché la classifica degli anni interi più caldi lungo la Penisola, negli ultimi due secoli, si concentra nell’ultimo periodo e comprende nell’ordine il 2018, il 2015, il 2014 e il 2003.

Italia tropicale?

La tendenza alla tropicalizzazione in Italia si manifesta con una più elevata frequenza di eventi violenti, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi.

Al fine di aiutare anche noi singoli consumatori a ridurre la dipendenza dal petrolio ed a tagliare le emissioni di gas ad effetto serra, la Coldiretti ha elaborato un decalogo per consumi sostenibili dal punto di vista climatico ed ambientale.

Ecco il decalogo

  1. Preferire l’acquisto di prodotti locali che non devono subire lunghi trasporti con mezzi inquinanti;
  2. Scegliere frutta e verdura di stagione che non consumano energia per la conservazione;
  3. Ridurre le intermediazioni fino a fare acquisti direttamente dal produttore, come nei mercati di campagna amica della Coldiretti, per evitare passaggi di mano del prodotto che spesso significano inutili trasporti;
  4. Privilegiare i prodotti sfusi che non consumano imballaggi come i distributori automatici di latte;
  5. Acquistare confezioni formato famiglia rispetto a quelle monodose per ridurre il consumo di imballaggi per quantità di cibo consumato;
  6. Fare acquisti di gruppo (anche in condominio) per ridurre i consumi di energia nei trasporti per fare la spesa;
  7. Riutilizzare le borse per la spesa e servirsi di quelle fatte con materiali biodegradabili di origine agricola nazionale o di tela invece di quelle in plastica;
  8. Ridurre gli sprechi ottimizzando gli acquisti e riscoprendo la cucina degli avanzi per evitare che finiscano tra i rifiuti;
  9. Fare la raccolta differenziata per consentire il recupero di energia dai rifiuti prodotti.
  10. Piantare un albero nel proprio giardino o coltivare piante in terrazzo che mangiamo lo smog e purificano l’aria.

Il ruolo delle famiglie italiane

Con semplici accorgimenti nella spesa di tutti i giorni e nel consumo degli alimenti ogni famiglia italiana può tagliare i consumi di petrolio e ridurre le emissioni di gas ad effetto serra di oltre mille chilogrammi (CO2 equivalenti) all’anno per contribuire personalmente con uno stile di vita responsabile e attento all’ambiente.